a
Copyright 2016 Avvocati Monza.
All Rights Reserved.

14:30 - 19:30

Ora ricevimento al pubblico

039 2917843

Chiamaci per una consulenza

Search

Responsabilità Medica

Avvocati Monza > Responsabilità Medica

Dallo svolgimento dell’attività medica possono conseguire esiti nefasti dai quali spesso prendono origine procedimenti per responsabilità medica tanto a livello civile quanto a livello penale. La sfera penalistica dell’argomento ha visto modificata la disciplina per effetto della c.d. legge “Balduzzi”, n. 189 del 2012.

 

La redazione di questo testo normativo ha disteso le preoccupazioni dei medici rispetto al clima negativo che aleggiava nei loro confronti negli ultimi anni. Infatti, fino a prima di questa novella legislativa, si registrava un forte mutamento del rapporto medico – paziente in negativo. Spesso i pazienti identificavano nel medico il responsabile del possibile esito negativo di un determinato intervento, o prassi medica realizzata, dovuta alla convinzione che le innovazioni tecnologiche e scientifiche in questo campo fossero tali da garantire sempre e comunque un risultato positivo.

 

In risposta a tale pessimismo, il personale medico agiva con prescrizioni mediche e diagnostiche eccessive rispetto al necessario, se non inutili, al fine di scongiurare qualsivoglia pericolo di responsabilità. Proprio per via di questo tipologia di modalità di azione si è arrivato a definire tale prassi come “medicina difensiva”.  Siffatta situazione ha comportato con il passare del tempo ad un graduale aumento, che poco a poco è stato ritenuto come spropositato, anche dei costi della sanità.

 

Partendo da questa situazione delicata è, appunto, giunta la legge “Balduzzi” a distendere gli animi, se così si può dire, sancendo un principio molto importante. Il medico che svolga la propria professione agendo con rispetto per la buona pratica professionale oltre che delle linee guida stabilite dalla comunità scientifica, non è soggetto a responsabilità medica a carattere penale qualora si venga identificata la colpa come lieve. Si può parlare di colpa lieve qualora sia individuabile nel medico l’aver agito con imperizia. Non vi è la medesima valutazione, con permanenza della responsabilità penale, qualora si tratti di azione negligente o imprudente.

 

Si tratta di una materia in continua evoluzione sotto il profilo legislativo perché soggetta a progetti di legge volti a meglio definire le aree della responsabilità medica penale.